mercoledì 6 giugno 2012

Ray Bradbury (1920-2012)

LOS ANGELES, CALIFORNIA, USA - Cavolo, è morto Bradbury! Sarei molto triste, se non fosse che pensavo fosse già deceduto da tempo (comunque non era messo troppo bene). Che dire, si tratta di uno dei più grandi scrittori (non aggiungo volutamente "di fantascienza" perché mi sembra una palese stupidaggine) della storia, se non avete mai letto almeno i bellissimi Fahrenheit 451 (dal quale fu tratto l'omonimo e altrettanto bello film di Truffaut) e Cronache Marziane, beh, forse è arrivato il momento.
My tunes and numbers are here. They have filled my years, the years when I refused to die. And in order to do that I wrote, I wrote, I wrote, at noon or 3:00 A.M.

So as not to be dead.
link

Morirono così


22 commenti :

  1. Morto del mese subito! Guai a chi vota altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiacente, ma con il Trolololo Man non c'è speranza, lo dico da appassionato di fantascienza.

      Elimina
  2. Era una gioia appiccare il fuoco.

    RispondiElimina
  3. Morto del mese subito! (e magari anche santo subito...)
    Guai sa qualcuno più popolare si azzardasse a morire a giugno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dissero la stessa cosa di Saramago, poi l'ultimo del mese morì Taricone...

      Elimina
    2. Capitan Ovvio6 giugno 2012 20:45

      l'altro giorno è morto Khil, la vedo dura per Bermuny

      Elimina
  4. IO CANTO IL PORCO ELETTRICO6 giugno 2012 17:08

    MORTO DELL'ANNO, MORTO DEL SECOLO!

    RispondiElimina
  5. Oggi ho prestato Cronache Marziane a Wonderland, e ora scopro che è morto... un po' di pelle d'oca me l'ha messa sta notizia!

    Comunque avrà il mio voto come morto del mese, sicuro come il fallimento della colonizzazione di Marte.

    RispondiElimina
  6. Lui che era un sognatore è morto lo stesso giorno del transito di Venere sul Sole.

    RispondiElimina
  7. Finalmente un grosso calibro, anche se, effettivamente, parlandone fino ad oggi (e da oggi, a questo punto) l'avrei dato per morto.

    RispondiElimina
  8. Farheneit 451 è stato il primo romanzo serio-serio e il primo distopico che ho letto.

    Bradbury è un grande e grande rimarrà.

    RispondiElimina
  9. ma ora che ci penso.. lo è stato anche per me, il primo romanzo serio-serio!

    maa ora che ci penso.. credevo anchio che fosse bello-bello già morto!


    lo voterò come morto del mese.

    e che cazz

    RispondiElimina
  10. Io, più di tosto, voto il fratellastro di Aldo Scascli.

    Porello brabburino, romanziere lementare, buona fede, grandi temi; ma ci ho più piacere a guardarmi le merdosissime serie americanske che si programmano oggigiorno per tivvì (che fan sì lezzo, ma molto lui debbono), oppure mi leggo la bibbia quando fa ridere perché mi sono drogato.

    Ma mica ce l'ho con lui, brabburino, porello, ci sapeva pure fare. No. Ce l'ho con chi lo voterà senza mai aver letto un suo cazzo di libro.

    RispondiElimina
  11. Confermo il commento di Mr. Quarantotto, anche se credo non ve ne importi una beata mazza.

    Veramente pazzesco, quest'uomo avrebbe avuto il mio voto anche se non fosse stato un grande autore.

    RispondiElimina
  12. Ma Bush ha proprio una faccia di cazzo...

    RispondiElimina
  13. Addio Old Boy, e grazie di tutto. Ci rivedremo su Marte...

    (Giù il cappello,
    è morta una leggenda)

    RispondiElimina
  14. ma infatti chi se lo incula Bradbury, abbasso la scelta intellettuale e viva il Trololol guy

    RispondiElimina
  15. Spero almeno abbia avuto il tempo di rispondere a questa donna
    http://www.youtube.com/watch?v=e1IxOS4VzKM

    RispondiElimina
  16. fahrenheit 451 mi ha cambiato la vita.
    deve vincere ray!

    RispondiElimina
  17. Maledetto trololoh-man! Deve ri-morire! E' Ray Bradbury l'unico degno di essere morto del mese!
    Lungo riposo a Ray Bradbury!

    RispondiElimina