giovedì 17 maggio 2012

Tony DeZuniga (1932-2012)

LAS PINAS CITY, FILIPPINE - Quasi ci sfuggiva il primo disegnatore filippino ad aver lavorato per colossi del fumetto americano come DC e Marvel. Fin qui potevamo anche fregarcene, dell'uguale eguaglianza dei popoli non ci siamo mai interessati, se non sporadicamente, ma quest'uomo è stato il co-creatore di due personaggioni dell'immaginario superoistico: lo sfigurato Jonah Hex e la purpurea Black Orchid. Jonah Hex ce lo avrete tutti presente perché uscì un film-flop qualche anno fa in cui c'era pure Megan Fox e l'uomo serpente (non ho trovato foto e quindi ho linkato un altro uomo serpente a caso), che ai più impressionabili ha fatto passare qualche notte in bianco. Bene, quell'Hex è uno dei personaggi western più fighi del fumetto americano con una storia travagliatissima: venduto come schiavo agli indiani, salva un capo indiano, viene tradito dal fratello e tante cose terribili che lo rendono il cacciatore di taglie più cazzuto del mondo, che ogni tanto si trova coinvolto in qualche crisi supereroistica. Black Orchid è invece una supereroina con qualche potere standard che nelle varie riscritture è diventata una pianta senziente.

Ad ogni modo DeZuniga fu un sostenitore della scena fumettistica filippina e fece da tramite per tanti disegnatori provenienti dalle isole; invitò in patria persino Carmine Infantino per reclutare giovani talenti locali. A un certo punto però gli venne un ictus che non lo uccise, ma che gli creò non pochi problemi e i problemi di salute si pagano: così iniziò il suo impoverimento e tutta la comunità filippina di disegnatori nonché pezzi grossi come Neal Adams e Neil Gaiman intervennero in suo soccorso, ma poi è arrivata la morte ed eccolo qui.

link

Morirono così


1 commento :