martedì 8 maggio 2012

Margie Stewart (1919-2012)

HOLLYWOOD, CALIFORNIA, STATI UNITI - Beh, probabilmente nessuno si ricorderà di lei, ma un sacco di nostri nonni all'epoca si masturbavano fantasticando su donnine come Margie Stewart, pin-up americana che durante la seconda guerra mondiale ha fomentato il desiderio di tanti giovanotti al fronte. Beh, non certo con la faccia da cane bastonato che ha nella foto qui sopra, ma è anche vero che all'epoca ci si eccitava con poco, bastavano fotine di propaganda del tutto innocenti come questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa e (attenzione, NSFW!) questa.

Oltre a posare per poster e affini, durante il conflitto la Stewart andò in giro per il fronte a "risollevare il morale" dei soldati; ovunque andasse era sempre ricercatissima, tanto che una sua improvvisa apparizione a Hyde Park causò un ingorgo stradale, così dicono.

Dopo la fine della guerra sposò un capitano dell'esercito e fece perdere le sue tracce; sappiamo solo che fino all'età di 91 anni (però, era ancora graziosa nonostante la vecchiezza) ha continuato a vendere poster e foto autografate (oltre a delle tazze orripilanti) sul suo sito ufficiale; i proventi derivanti dalla vendita di 'sta roba viene tuttora donato, incredibili dictu, all'esercito degli Stati Uniti d'America. Che dedizione! Salutiamola mano sul petto ascoltando tutti insieme l'inno americano, eseguito per l'occasione dal famoso tenore Enrico Pallazzo.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento