venerdì 11 maggio 2012

Horst Faas (1933-2012)

MONACO, GERMANIA - Ah, il Vietnam, che posto stupendo. Ogni volta che ci penso mi viene in mente un mio compagno delle elementari (parliamo di fine anni '80), che in un tema dal titolo "Cosa vuoi fare da grande?" scrisse "Da grande voglio fare il pilota di elicotteri da guerra in Vietnam"; probabilmente non avevo mai riso così tanto fino a quel momento, e io ero quello che sulla stessa traccia aveva scritto che da grande avrebbe fatto "lo scienziato pazzo". Chissà, magari un giorno scoppierà un'altra guerra in Vietnam e il mio ex-compagno potrà infine coronare il suo sogno (da parte mia dubito che riuscirò un giorno a conquistare il mondo).

Tutto questo perché non ho poi molto da dire sull'appena defunto Horst Faas, celebre fotografo crucco vincitore di ben due Pulitzer per le foto che scattò durante la guerra del Vietnam (e in altre guerre in Congo, Algeria, Bangladesh, etc.), che tosto vi mostriamo (attenzione: le immagini che seguono potrebbero urtare la vostra sensibilità, dice Repubblica): c'è questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa e... questa.

link

Morirono così


4 commenti :

  1. Non riesco a trovare un aggettivo con cui definirle, comunque queste foto mi piacciono molto.

    RispondiElimina
  2. Non c'è niente di più triste che speculare su queste immense tragedie!!

    RispondiElimina
  3. Scusa Giovanni, ma secondo te un fotografo di guerra, specula su queste tragedie?????
    Rischiando il culo per degli scatti che forse non verranno mai pubblicati?
    Sono altri che speculano.

    RispondiElimina
  4. Cosa volete che siano i morti delle torri gemelle in confronto al male che hanno fatto gli americani nel mondo

    RispondiElimina