martedì 13 marzo 2012

Nick Zoricic (1983-2012)

GRINDELWALD, SWITZERLAND - Dopo Steve Romeo registriamo un altro caso di morte sulla neve: si tratta di Nick Zoricic, campione canadese di skicross, altro sport di cui fino a cinque minuti fa ignoravo l'esistenza. Durante una gara della suddetta disciplina che si teneva in Svizzera, Zoricic ha sbagliato un salto e si è sfracanato contro una barriera di protezione.

link

Morirono così


8 commenti :

  1. Che caduta di stile da parte vostra! Si è sfracanato. Un commento di pessimo gusto. Ma non avete il minimo rispetto?? Questo attleta sfortunato a perso la vita facendo qualcosa a cui credeva e che purtroppo gli è costata la vita. Se non conoscete questo sport fareste meglio a stare zitti. Si può muorire anche guardando la televisione se per questo. Quindi non prendete per il culo questo poveraccio ed abbiate rispetto per la sua famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dove sarebbe la presa per il culo? qui l'unico che ha fatto una caduta di stile è Zoricic

      Elimina
    2. "attleta"
      "muorire"
      "a perso"

      Ho capito che intendi: "Quindi non prendete per il culo questo poveraccio", ma sostituirti a lui mi pare esagerato ;)

      Elimina
  2. Ma le barriere di protezione devono servire per proteggere gli attleti non ad ucciderli. Non è la prima volta che succedono queste cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le barriere di protezione ci vorrebbero per i Trollaminkia (come un Bimbominkia, ma più vecchio) che sono un morbo.
      Come il morbo di Parkinson.

      Elimina
    2. Ricordo la meravigliosa Ulrike Maier, il fatto più doloroso mai accaduto, per me, in uno sport.

      Elimina
    3. con questo tipo di sport non c'è protezione che tenga.
      Forse un fossato pieno d'acqua a bordo pista potrebbe funzionare...

      Elimina
  3. Lo sci e le corse di auto e moto mi annoiano a morte, meno male che ogni tanto qualcuno muore, se no che palle!

    RispondiElimina