venerdì 17 febbraio 2012

Florence Holway (1915-2012)

ALTON, NEW HAMPSHIRE, USA - Dopo novantasette favolosi anni è infine spirata Florence Holway, paladina dei diritti delle stuprate. E quando l'hanno stuprata, direte voi, negli anni '30? No, nel 1991. Fatevi i conti... esatto, aveva ben 76 anni. La cosa è andata più o meno così: un bel giorno di vent'anni fa la vecchina si trovava in casa, quando il venticinquenne John LaForest decise di fare irruzione e abusare di lei dopo averla picchiata a sangue.
He turned me around, so that I was on my stomach, pulled off my nightdress in four pieces and threw it on the floor. And then he sodomized me. And I thought, Well, shucks, this is a new experience. Good night!
Ma infatti, goditi un po' di sano sesso anale, c'hai 75 anni, chissà quando ti ricapita! Dopo che LeForest ebbe finito di metterglielo nel culo, ecco il lampo di genio: prese la vecchia e ci si coricò insieme nel letto di lei. La povera Florence attese che la volpe LeForest si addormentasse e nonostante il culo dolorante riuscì a fuggire alla volta della casa del figlio; i poliziotti trovarono lo stupratore più furbo del mondo ancora dormiente nel letto della povera vecchietta e lo arrestarono all'istante.

LeForest decise di patteggiare e fu condannato "solo" a 12 anni, avvantaggiato dal fatto che non erano state trovate tracce biologiche che confermassero lo stupro, visto che a quanto pare per scoparsi la vecchia LeForest aveva usato un preservativo (eh sì, non sia mai rimanesse incinta). Venuta a sapere della condanna, secondo lei troppo lieve, l'incazzatissima Florence Holway fece sentire la sua voce: organizzò petizioni, manifestazioni di protesta, etc. finché lo stato del New Hampshire non decise di raddoppiare le pene per gli stupratori e imporre il confronto con la vittima nei casi di patteggiamento o richiesta di libertà condizionale. Fu proprio per quest'ultima che nel 2003 la Holway si ritrovò faccia a faccia con LeForest in tribunale, dove ebbe l'opportunità di interrogare il suo aguzzino riguardo l'autenticità del suo rimorso. LeForest alla fine fu rilasciato, ma tornò in prigione due mesi dopo per aver molestato sessualmente una collega.

Riguardo questa brutta storia hanno ovviamente prodotto un documentario, Rape in a Small Town: The Florence Holway Story, che purtroppo non si trova da nessuna parte.
I lost two things that night – my teeth and peace of mind.
link

Morirono così


4 commenti :

  1. fabiana inculamorti

    RispondiElimina
  2. ...credevo che quella notte avesse perso altro

    RispondiElimina
  3. Che figli di troia questi stupratori, che crepassero e non rompessero i coglioni (e i culi degli altri).

    RispondiElimina
  4. il mio voto andrà a lei. forse.

    RispondiElimina