giovedì 23 febbraio 2012

Enzo Sellerio (1924-2012)

PALEMMO, SUD ITALIA - A due anni di distanza dalla dipartita della moglie Elvira se ne va anche anche Enzo Sellerio, fotografo ed editore siciliano. Sulla storia della casa editrice fondata da lui e la moglie ne abbiamo già parlato (si fa per dire), per cui a 'sto giro confrontiamoci con la sua attività di fotografo neorealista, qualsiasi cosa voglia dire: diventò famoso già nel 1995, quando pubblicò il suo primo reportage chiamato Borgo di Dio (sì, sì, lo so, sembra una bestemmia), che documentava la vita nella comunità fondata da Danilo Dolci in una delle zone più depresse del palermitano. In generale, per quello che abbiamo potuto vedere noi capre superficiali in circa cinque minuti, Sellerio nella sua vita non ha fatto altro che fare foto in bianco e nero ai poveri siciliani nelle loro realtà degradate, immagini come questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa (era la moglie), questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa e infine questa.

link

Morirono così


5 commenti :

  1. Borga della Madonna..

    RispondiElimina
  2. Almeno in Sicilia non crepano di freddo come qui in Padania

    RispondiElimina
  3. L'immagine della bimba che va a far vedere il gelatino orgogliosa al padre seduto, è di uno struggente disarmante, avrebbe forse anche potuto meritare il Premio Pulitzer, Enzo Sellerio.

    RispondiElimina
  4. Io l'ho interpretata così, anche se potrebbe anche stargli dicendo: MUOVITI SCEMA! E' UN'ORA CHE ASPETTO! NON VEDI CHE HO CALDO!

    RispondiElimina
  5. capolavori in bn che i digital-minchioni con il loro potoschiòpp si sognano di fare.

    RispondiElimina