venerdì 27 gennaio 2012

Franco Pacini (1939-2012)

FIRENZE, E L'E' DI NULLA QUESTA RIBOLLITA - Viene infine misteriosamente risucchiato da una pulsar Franco Pacini, astrofisico e divulgatore scientifico italiano. Margherita Hack si dice dispiaciuta e anche noi un po' lo siamo anche se, dobbiamo ammetterlo, per noi "galassie ultraluminose", "nuclei galattici attivi" e "resti di supernova" sono parole che non vogliono dire nulla o quasi. Però, se quel fantastico esemplare di essere umano chiamato Margherita Hack dichiara:
Fin dai suoi primi anni all'università Pacini si è sempre occupato di temi molto importanti e il suo contributo scientifico nel campo delle pulsar è stato assolutamente determinante.
... ci fidiamo, che altro dovremmo fare?

Poi, anche se, da idioti quali siamo, non comprendiamo un cacchio di quello che Pacini diceva, adoriamo la sua voce basso-baritonale, tanto basta per partecipare al cordoglio per la perdita di un grande scienziato.

link

Morirono così


2 commenti :

  1. aveva proprio la faccia da scienziato pazzo, ossia da squinternato + pipa/occhialoni/camice

    RispondiElimina
  2. Beh, non è che fosse un amico personale in senso stretto, ma il dipartimento era piccolo, il linguaggio era informale, e dopo averlo incrociato quasi tutti i giorni per circa dieci anni, un po' scossa lo sono comunque :(

    Fate un piccolo sforzo e vi accorgerete che oltretutto NON E' VERO, che "non ci si capisca niente" di ciò che diceva. Lo sforzo sincero di ridimensionare l'astronomia alla portata di tutti, l'aveva fatto eccome.

    un saluto
    Lisa

    RispondiElimina