domenica 11 dicembre 2011

Alan Styles (1936-2011)

DA QUALCHE PARTE IN USA, USA -
Oh... uh... me flakes... scrambled eggs, bacon, sausages, toast, coffee, marmelade... I like marmelade... yes, pourridge is nice... any cereal, I like all cereals... oh God...
Con tutta quella roba che mangiava la mattina e le droghe che assumeva, siamo sorpresi che sia arrivato a 75 anni. Stiamo parlando di Alan Styles (non ho ancora capito se il cognome è Styles o Stiles), del quale purtroppo non sono riuscito a trovare una foto decente, per cui altro non ho potuto fare che tagliare la parte della back-cover di Ummagumma in cui compare (è quello a sinistra, l'altro è Peter Watts, padre di Naomi Watts). Già, Alan Styles era uno dei roadie dei Pink Floyd: oltre a comparire sul retro di copertina del suddetto album (visto che ci sono, mentre scrivo riascolto Careful With That Axe Eugene e The Narrow Way, Pt. 3), è stato protagonista del pezzo che chiude Atom Heart Mother, Alan's Psychedelic Breakfast, il quale segue il nostro prode Alan durante la colazione, mentre cucina, mangia (anche piuttosto rumorosamente), lava i piatti, assume droga (almeno immagino) e dice stronzate in sottofondo. Il pezzo in questione (in realtà registrato a casa di Mason) non piacque ai Floyd, come del resto l'intero album (secondo Gilmour era "orribile", secondo Waters il disco era "una merda", vabbè, non proprio con queste parole).

Bene, non abbiamo altro da dire su Alan Styles, la nostra mente è vuota come la sua alla fine del pezzo.
Well, my head's a blank

link

Morirono così


5 commenti :

  1. E dire che a me Ummagumma piace un sacco...

    RispondiElimina
  2. In realtà i commenti si riferiscono ad Atom Heart Mother, ma anche Ummagumma non era certo il loro preferito. Disse Gilmour (da Wikipedia):

    I think both [Atom Heart Mother and Ummagumma] are pretty horrible. Well, the live disc of Ummagumma might be all right, but even that isn't recorded well.

    RispondiElimina
  3. Secondo me ghilmur en uoters son la mmerda di tutto quel grandioso che siano stati i pinchi froid in tutti questi mille anni.
    Però son d'accord con loro che il disco della madre vacca tomica sia una vaccata lambiziosa e mugnerile, blablabla, la colazione psichedelica, fanculo, checchette al confronto dei crucchi sbronzi strapallocazzuti. Ovvero, è meglio il disco degli eglio e le storie con la vacca nei piedi e i servi della gleba.

    Ammagamma invece, roger uoters, diobo', fa il migliore di tutti, per una volta, nella sua cazzosa vita di negletto figarlino e sontuoso succhiapalle di tutti gli anatremi corbussistici e filo-operaioli che sbranagliavano le sentenze consuntuose dei giovani che ieri erano di oggi.

    Una lacrima per la barretta sid, plis, ché se non muoriva lui, neppure esisteva la morte, e neppure esisteva 'sto sito.

    RispondiElimina
  4. @ Dr. Tod
    Atom Heart Mother sapevo che se lo schifavano un po' tutti i Floyd, comunque devo ancora capire che cazzo è il commento sopra

    RispondiElimina