lunedì 3 ottobre 2011

Wilson Greatbatch (1919-2011)

BUFFALO, USA - Che naso grande e rosso che aveva Wilson Greatbatch, inventore americano. Tra i circa 350 brevetti depositati nella sua lunga esistenza (fra cui una canoa alimentata a energia solare, con la quale ha viaggiato per 160 miglia in occasione dei suoi 72 anni) sicuramente la più importante è il pacemaker, ovvero quell'aggeggio che viene impiantato nei tizi cardiopatici e che fa battere il cuore quando questi non ce la fa più.

Bravo Greatbatch, quante vite hai salvato! Avete presente quante persone sarebbero morte senza il pacemaker? No, davvero, avete un'idea? Lo sapevate che lui ha un pacemaker? Già. E sapete chi altro ha un pacemaker? Lui. Già.

Grazie, sai, Greatbatch... grazie tante.
Prima del pacemaker se pensavo a Prodi rischiavo un'extrasistole!
(battutone di Berlusconi)
link

Morirono così


3 commenti :

  1. gesù, con quel naso sembra (pardon, sembrava) uno dei più riusciti travestimenti di peter sellers / l'ispettore clouseau

    RispondiElimina
  2. questo genio ha salvato tante vite...deve essere bello andarsene avendo fatto qualcosa di così buono bella vita!!!

    Rip Wilson

    RispondiElimina
  3. Comunque il Pacemaker stabilizza la frequenza cardiaca alterata, non si mette certo a sostituire il cuore in toto...uno dovrebbe portarsi sulle spalle una batteria d' automobile...non ti preoccupare, c'e' chi lo confonde con la Colt Peacemaker....

    RispondiElimina