martedì 16 agosto 2011

Roman Opalka (1931-2011)

VACANZA, ITALIA - Muore in Italia Roman Opałka, pittore polacco nato in Francia. Lo ricordiamo per i suoi quadri numerici: nel '65 Opałka, che all'epoca soffriva di insonnia, cominciò a dipingere sequenze di numeri, da uno a infinito, iniziava dall'angolo in alto a sinistra della tela e riga per riga finiva in basso a destra. Ogni nuovo quadro veniva definito un 'dettaglio' e continuava dall'ultimo numero scritto sul precedente, mantenendo sempre lo stesso titolo: '1965/1 - ∞'.

I cambiamenti nei suoi quadri non è che siano stati tantissimi, ma se all'inizio scriveva i numeri bianco su nero, successivamente iniziò a schiarire lo sfondo e ad ogni nuovo quadro aggiungeva un un per cento di bianco. Il suo scopo era arrivare a dipingere bianco su bianco quando avrebbe raggiunto il numero 7 777 777.

Se già state pensando che un bel quadro numerico sarebbe perfetto per accompagnare il vostro divano nuovo, trattenetevi un secondo, perché potreste accompagnarlo con una serie di foto del defunto mentre dipinge i numeri. A partire dal 1966, siccome scrivere i numeri era troppo uno spasso, decise infatti di iniziare a fotografarsi e registrarsi mentre leggeva quello che stava dipingendo.
Pensare troppo ai numeri può essere fatale e così, continuando a contare, il vecchio Roman, che era in vacanza in Italia, si è distratto, è caduto e da bravo nonno è morto.

link

Morirono così


11 commenti :

  1. Ma le virgole sono diventate un optional?

    RispondiElimina
  2. le monomanie, come qualsiasi altra cosa, portano alla tomba.

    RispondiElimina
  3. nessuna virgola scriveva numeri interi, non decimali

    RispondiElimina
  4. Anonimo, anche tu commetti il medesimo errore dell'autore, questo mi duole, a meno che con "nessuna virgola scriveva numeri interi, non decimali" tu non volessi intendere che nessuna virgola scriveva numeri interi

    RispondiElimina
  5. mangiai un punto, che è certamente più indicato a rendere i numeri sopra le centinaia, ma non necessario.

    RispondiElimina
  6. Non è quello ciò che m'arrecava cotanto disturbo, ma questo: "Pensare troppo ai numeri può essere fatale e così continuando a contare il vecchio Roman in vacanza in Italia si è distratto è caduto e da bravo nonno è morto."

    A 'sto punto potevi anche mangiarti il punto alla fine della frase, cosa che farò proprio adesso

    RispondiElimina
  7. ulalà mi sfuggì. corrigerò

    RispondiElimina
  8. Meglio... anche se un altro paio di virgole sarebbero state gradite, qualcosa tipo: "Pensare troppo ai numeri può essere fatale e così, continuando a contare, il vecchio Roman, che era in vacanza in Italia, si è distratto, è caduto e, da bravo nonno, è morto."

    Oppure qualcosa tipo: "Pensare troppo ai numeri può essere fatale e così, continuando a contare, il vecchio Roman, che era in vacanza in Italia, si è distratto, è caduto e da bravo nonno è morto.,,"

    RispondiElimina
  9. Melius abundare quam deficere

    RispondiElimina
  10. Ma a che numero è arrivato?

    RispondiElimina
  11. E' un metodo interessante per contare le pecore!

    RispondiElimina