mercoledì 22 giugno 2011

Ryan Dunn (1977-2011)

SOMEWHERE IN PENNSYLVANIA - Vogliamo ricordarlo così, il qui presente autorevole membro di quella masnada di rincoglioniti nota come crew di Jackass, Ryan Dunn: ubriaco morto.

E, se ci è possibile, vorremmo anche ricordarlo come un uomo sexy, sporco, ardimentoso, con delle chiappette da paura ed un'invidiabile collezione di baffi sulle dita, un uomo a cui non creava nessuno scompenso il cospargersi l'ano di vasellina per poi ficcarsi nel culo una macchinina, insomma un uomo che sapeva divertirsi, che sapeva davvero divertirsi. Beh, di sicuro non vogliamo ricordarci di lui come di un tale in giacca e cravatta.

Ci ha lasciati per sempre. Mentre guidava a gran velocità la sua macchina, come lui ed i suoi amici erano soliti fare, ha perso il controllo della stessa e... bam, s'è schiantato. Poco prima di mettersi in auto, aveva postato su twitter una foto che lo mostra mentre sbevazzava con gli amici.

Morale della favola. Ryan Dunn: morto ubriaco.

link

Morirono così


7 commenti :

  1. se ne vanno sempre i migliori..cazzo Ryan mi mancherai!

    ..e fanculo a chi non ti rispetta

    RispondiElimina
  2. un'idiota in meno

    RispondiElimina
  3. ha parlato newton...

    RispondiElimina
  4. per me hai già vinto: so per certo che sarai il morto del mese di giugno... grande ryan... nell'aldilà potrai metterti in culo tutte le macchinine che vorrai...

    RispondiElimina
  5. primo necrologio che mi intristisce per davvero... deve essere il morto del mese di giugno, che nessuno si azzardi a votare qualcun'altro! vaccamadonna!

    RispondiElimina
  6. era un grande. ciao ryan!

    RispondiElimina