mercoledì 2 marzo 2011

Frank Buckles (1901-2011)

CHARLES TOWN, IU ES EI! IU ES EI!-
Frank Woodruff Buckles’ life spanned the awesome, horrible, fantastic, dreadful Twentieth Century. He saw and experienced much. As America’s last surviving veteran witness to the First World War, his life experiences and perspective are an artifact in our day which often lacks perspective.
Così il suo sito internet, www.frankbuckles.org, ricorda Frank Woodruff Buckles, ultimo veterano americano ancora in vita, almeno fino all'altro giorno, della Grande Guerra. Si arruolò nell'esercito a soli 16 anni, mentendo sulla sua reale età, dopo essere stato scartato dai Marines (troppo magro e giovane) e dalla Marina (troppo biondo). Tornato dall'Europa senza tanti graffi, si congedò dall'esercito e iniziò a lavorare per una compagnia di spedizioni, che negli anni a seguire lo portò nuovamente in giro per il mondo. A quanto sostiene, in occasione delle Olimpiadi estive del 1936 in Germania conobbe Adolf Hitler: chissà se si è fatto lasciare un autografo. Nel '42 fu catturato dai Giapponesi e passò i successivi tre anni come prigioniero di guerra (nonostante fosse ormai un civile).

Con i suoi 110 anni Frank Buckles rientra di diritto nel girone dei supervecchiacci; alla domanda su quale sia il segreto della sua supervecchiezza, rispose:
Hope. When you start to die... don't.

Semplice ma geniale.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento