sabato 12 marzo 2011

Nilla Pizzi (1919-2011)

MILANO, LA BOCCA L'E' MINGA STRACCA SE LA SA NO' DE VACCA - Adionilla o come dicon tutti Nilla Pizzi raggiunge oggi Mike Bongiorno, Raimondo Vianello e consorte, Corrado e compagnia bella nell'olimpo degli dei televisivi italiani che furono il simbolo di quella bell'Italia in bianco e nero, ipocrita e immorale ma che tutti ricordano con nostalgia.

A 18 anni arrivò prima a "Cinquemila lire per un sorriso" concorso progenitore di Miss Italia. Era il 1937 (se nel '37 ti davano 5000 lire per un sorriso, chissà quanti te ne davano per un pompino, poi ci lamentiamo dei nostri tempi).
La sua voce, ritenuta troppo sensuale durante il periodo fascista, cominciò a divenire nota solo nel primissimo dopoguerra.
Nel 1951, in occasione del primo festival di Sanremo, allora trasmesso per via radiofonica, si classificò prima, seconda e terza. Sgomenti gli altri due partecipanti, Achille Togliani e il Duo Fasano (oh, mica potevano premiarli tutti). Stessa storia nel '52. Divenuta il simbolo di Sanremo, Nilla Pizzi scompare dalle scene per vent'anni, per ritornare sul palco dell'Ariston nel 1981 come co-presentatrice insieme a Claudio Cecchetto.

Piange la sua scomparsa il suo manager Lele Mora, il quale ha curato la carriera della vetusta cantante negli ultimi anni, dio solo sa in che modo.
Immagino che tutte le tv oggi parleranno solo di questo, ma non avendo la tv non posso esserne certo.
Facciamo così, cari lettori: accendete la tv e se capitate su una trasmissione qualsiasi che sta parlando di Nilla Pizzi, correte a lasciare un commento a questo post, preferibilmente con scritto "odio il morto del mese".

link

Morirono così


11 commenti :

  1. Da segnalare la sua rincoglionitissima apparizione a Sanremo l'anno scorso.

    Una forma strepitosa

    RispondiElimina
  2. Ma lì era già morta?

    RispondiElimina
  3. finalmente un po' di donne in classifica !
    vai adionilla

    RispondiElimina
  4. la tv ne ha parlato in continuazione, quindi attenendomi a ciò che i Mastri di imdm hanno detto:
    IO ODIO IL MORTO DEL MESE

    RispondiElimina
  5. vale anche la nonnina sul pianerottolo che mi ha detto: hai visto è morta la grande Nilla pizzi?
    e io chiaramento ho risposto: Nilla chi?
    ODIO IL MORTO DEL MESE

    RispondiElimina
  6. Antonella Clerici è palesemente più mongoloide di Nilla Pizzi...e non ha neanche la scusante dei centoventicinquemila anni di età

    RispondiElimina
  7. Io l'ho vista al Padova Pride Village (era madrina d'apertura), quest'estate assieme al Lele Mora che era più rincoglionito di Lei!
    ODIO IL MORTO DEL MESE.

    RispondiElimina
  8. IPOCRITI! o IPPOCRATI?

    RispondiElimina
  9. un ricordo per una donna con un nome così dolce e a cui siamo tutti sicuramente molto legati...

    RispondiElimina
  10. Nojistante sia morta, continuo a confonderla con Nilla Zilli.

    RispondiElimina