giovedì 10 febbraio 2011

René Verdon (1924-2011)

SAN FRANCISCO, IF YOU GO TO - Sono tempi bui per chi ha lavorato alla Casa Bianca negli anni '60: dopo Eugene Allen se ne va pure René Verdon, chef di palazzo (e ci mancherebbe che non fosse uno chef, essendo, come potete immaginare leggendone il nome, un francese) durante i mandati JFK ed LBJ. Assoldato nel 1961 da un'allora non ancor onassis-zata Jacqueline Lee Bouvier Kennedy Onassis, servì piatti di tutto rispetto per anni ad abitanti ed ospiti della Casa Bianca.

Dopo l'assassinio Kennedy continuò a cucinare anche per Lyndon B. Johnson, ma un food co-ordinator assunto dal nuovo presidente cominciò a rompergli le palle e a dirgli di utilizzare verdure congelate o inscatolate per tenere bassi i costi. Ci fu un vero e proprio scontro a palazzo con il nostro René, il quale, da solo contro l'America, si trovò a rilasciare parole di fiele al Washington Post:
You can eat at home what you want, but you do not serve barbecued spareribs at a banquet with the ladies in white gloves.
Sante parole!

Ma la goccia che fece traboccare il vaso fu quando nel 1965 gli fu chiesto di cucinare un puré di ceci. René reagì più o meno così e rassegnò immediatamente le sue dimissioni. 'Sti cazzo di Presidenti degli Stati Uniti d'America! Si facessero preparare i pranzi dal colonnello Sanders.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento