giovedì 3 febbraio 2011

Ajahn Maha Bua (1913-2011)

UDON THANI, THAILANDIA - Cazzarola, è morto Phra Thamma Wisutthi Mongkhon (Bua Yannasampanno), meglio noto come Ajahn Maha Bua, monaco buddista thailandese. Oltre ad avere diciotto nomi (e ognuno di essi ha il suo corrispettivo thailandese), Bua era uno dei bonzi più famosi al mondo (vabbè, forse solo in Thailandia): era considerato un Arhat, cioè una specie di dio vivente, un quasi Buddha, uno che ha raggiunto il nirvana. Chissà come ha fatto a dimostrare di averlo raggiunto, boh, immagino sulla fiducia, oppure ha dovuto superare qualche prova, tipo che gli hanno tirato centinaia di calci nei coglioni e lui non ha fatto una piega, o ha attraversato un pozzo senza fondo camminando su pali di legno con un bicchiere d'acqua in mano senza versarne un goccia, chissà.

Stronzate religiose a parte, Bua era famoso per il danaro che elargiva al governo in perenne crisi, raccogliendo donazioni che poi girava allo stato. Qui lo vedete mentre regala un sacco di lingotti d'oro e un mazzo di spaghetti all'ex primo ministro thailandese Thaksin. Incredibile, se ci pensate: una delle massime autorità religiose del paese che regala soldi allo stato, come se da noi il Papa regalasse dei soldi allo stato italiano, fantascienza.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento