lunedì 31 gennaio 2011

John Barry (1933-2011)

NEW YORK, IF I CAN MAKE IT THERE, I'LL MAKE IT ANYWHERE, USA - La fine del mese porta sempre con sé qualche grosso nome: oggi tocca a John Barry, compositore inglese noto soprattutto come autore di colonne sonore. Oltre ad aver vinto ben 5 Oscar (due per Nata Libera, uno per Il leone d'inverno, La mia Africa e Balla coi lupi), è autore del celeberrimo tema di James Bond, nonché di tutte le colonne sonore dei film della saga dello sciupafemmine inglese, da Licenza di uccidere a Zona Pericolo (riassumiamo: We Have All the Time in the World, Thunderball, You Only Live Twice).

Bond a parte, lo ricordiamo per aver scritto il tema della serie tv Attenti a quei due e firmato la colonna sonora di filmazzi come L'ultimo combattimento di Chen, Un uomo da marciapiede e Howard il papero.

link

Morirono così


5 commenti :

  1. PlasticoDiVespa31 gennaio 2011 21:55

    ahi ahi ahi.. il famigerato tema è stato solo arrangiato dal suddetto ed è stato composto da Monty Norman.. è l'unico non suo. E' anche l'autore della colonna sonora di "Al servizio segreto di sua maestà", il primo film senza Sean Connery e film abbastanza sfortunato, unico di George Lazenby nel ruolo dell'agente segreto. Tra l'altro il tema è pure figo e ne han reso omaggio pure i Propellerheads: http://www.youtube.com/watch?v=zN8GcRGNWe4

    RispondiElimina
  2. stando a quanto dice Wikipedia, è come se fosse sua.

    RispondiElimina
  3. infatti.. wikipedia... : http://www.imdb.com/title/tt0055928/soundtrack

    RispondiElimina
  4. vabbè, imdb non dice niente di nuovo, Norman ha sempre preso crediti e soldi per il tema e ha vinto pure due cause al riguardo, ma a quanto pare il pezzo di Norman non piacque ai produttori, i quali chiamarono Barry per dargli una sistemata: il risultato (sempre a quanto dicono, l'originale è andato perso) era talmente distante dall'originale che possiamo tranquillamente considerare Barry il "padre" del tema di James Bond come lo conosciamo oggi.

    RispondiElimina