giovedì 13 gennaio 2011

Bruno Concina (1942-2010)

TOPOLINIA, ITALIA - Causa sfattume di capodanno ci eravamo fatti scappare la notizia della dipartita del grande Bruno Concina, la penna romantica della Disney. Scrittore e autore di diversi fumetti, lo ricordiamo principalmente per aver introdotto le cosiddette "storie a bivi": se vent'anni fa eravate voraci lettori di Topolino, sicuramente ricorderete quelle storie (spesso collegate ai viaggi nel tempo di Marlin e Zapotek) in cui al piccolo lettore era concessa la libertà di scegliere in che modo proseguire la storia (del tipo "se vuoi che Topolino sodomizzi Pippo vai a pag. 33"), in stile librogame. Beh, queste storie erano senza dubbio le mie preferite (anche se ogni volta sceglievo sempre la strada che portava la storia ad una fine prematura), mi ha fatto rimanere male scoprirne l'autore proprio in occasione della sua morte. Che ci volete fare, c'est la mort.

Concina sosteneva anche l'elevato valore pedagogico delle "storie a bivi", tant'è che ne fece anche l'argomento della sua tesi di laurea in Pedagogia, intitolata "Una nuova proposta pedagogica: il fumetto a bivi".

Recentemente era entrato in contrasto con la Disney su questione legate al trattamento, non solo economico, dei lavoratori della rivista, lui in particolare, ricevendo la solidarietà di diversi fumettisti e autori. La storia è lunga, se vi interessa trovate le sue lettere qui.
A parte il fatto che mi piacerebbe che sulla mia lapide fosse scritto "Bruno Concina: uno sperimentatore positivo", confesso che amerei che qualcuno mi definisse la "Penna romantica della Disney"
link

Morirono così


7 commenti :

  1. Un uomo che ha contribuito alla storia del fumetto, per quelli come me è un maestro. RIP.

    RispondiElimina
  2. Sono molto triste, non si potrebbe andare al museo e usare la macchina per ripescarlo?

    RispondiElimina
  3. Triste anche io, erano bellissime quelle storie.
    Ma da qui a inserirlo nei tag "Miss Morto", ce ne passa, eh

    RispondiElimina
  4. figata, non lo conoscevo ma ricordo una storia a bivi bellissima con paperino e zio papeerone che dovevano ritrovare delle anfore nel mare che custodivano chissà quale tesoro...
    e grande per lupo solitario come esempio di librogame!

    RispondiElimina
  5. e nessuno ha notato che c'era scritto "topolonia" al posto di "topolinia"

    RispondiElimina
  6. Io l' avevo notato, e ho pensato che fosse morto a Danzica

    RispondiElimina