giovedì 25 marzo 2010

Robert Culp (1930-2010)

HOLLYWOOD, USA - E' strano come ci si sente quando capitano cose del genere. Insomma, neanche due settimane fa chi scrive guardava su youtube Demon with a Glass Hand (puntata della serie The Outer Limits, scritta dal grandissimo Harlan Ellison, famosa per esser stata la fonte d'ispirazione per il Terminator di James Cameron, il quale fu persino denunciato per plagio dallo stesso Ellison) e scopriva un attore mai sentito, Robert Culp, e questo che fa? Cade nel giardino di casa sua e muore! Roba da gatto nero...

Nonostante fosse molto famoso in patria (ha recitato in un casino di serie tv, da Colombo a Bonanza), in Italia è praticamente sconosciuto, se non fosse per il ruolo dell'agente Bill Maxwell nella serie Ralph Supermaxieroe. Al limite, qualche nerd lo ricorderà per aver doppiato il cattivone principale di Half Life, Wallace Breen.

Nonostante le sue innumerevoli partecipazioni, negli USA il suo nome è principalmente legato alla serie I Spy, nel quale interpreta uno dei due protagonisti (l'altro era Bill Cosby, quando ancora non faceva il capofamiglia negro). Per quel ruolo Culp ottenne per 3 volte di seguito, una per ogni stagione della serie, una nomination all'Emmy Award come Miglior attore protagonista in una serie drammatica, ma fu puntualmente sconfitto proprio da Cosby.

Povero Robert...

link

Morirono così


2 commenti :

  1. DOpo aver doppiato Half life 2 doveva capirlo che non c'erano altre metà da vivere

    RispondiElimina
  2. Non tutti scrivono una poesia con il sangue prima di impiccarsi.
    C'è anche chi muore per una banale caduta in bicicletta, come Nico; chi viene investito, sempre in bici, come Mary Hansen; chi viene ucciso da un panino al prosciutto (pare non sia vero, ma io ci voglio credere) come Mama Cass; chi muore di monnezza, come Langley Collyer; e chi schiatta per colpa di una installazione di Christo. In mondo è vario.

    RispondiElimina